Meditazione e tecniche di rilassamento guidate

L’equilibrio psico-fisico passa , secondo me, anche attraverso una presa di coscienza personale relativa all’importanza di condurre una vita consapevole e completa, in ogni settore, anche quello spirituale.

La meditazione riesce a staccare, anche se per breve tempo, il corpo mentale e agevolare lo stato di calma e distacco dagli agenti stressanti che ci fanno sentire  burattini alienati, inscritti in un susseguirsi di giornate impegnate ma non vissute. In questo stato possiamo riuscire a metterci in contatto con il nostro Sé Superiore.L’incontro è spesso illuminante, appagante e confortante. In questo stato spesso veniamo colti da visualizzazioni e da suggerimenti  riguardo alle nostre scelte personali e ai valori su cui fondiamo la nostra esistenza terrena. 

Sono tecniche che il Naturopata insegna quando ritiene chela persona che si è rivolta alle sue cure abbia necessità di ritrovare il suo spazio personale, pace e silenzio interiore  
Il Tempo è il tuo alleato, se tu ne fai un compagno vero e non lo tradisci in mille inutili occupazioni.   Il tempo è con te se tu stai con lui davvero, sinceramente, con attenzione e rispetto. Il Tempo è il tuo punto di arrivo vero, sprecarlo è un insulto alla vita. E’ l’obiettivo al quale devi tendere sempre, con costanza, amore, rispetto e gioia. Con il Tempo alleato, tutto ha più significato, più peso e più importanza. Le piccole cose acquistano grande valore e sono esperienze degne di essere vissute, capaci di insegnarci e migliorarci.  

L’antagonista del Tempo è la Fretta. Sua sorellastra, sua gemella antitetica, sua cattiva consigliera. Nella Fretta si perde percezione di sé , la Fretta ha come alleata la rabbia e la paura, l’incostanza e la prevaricazione. Chi ha Fretta è spesso prepotente e travolto dal suo gorgo interiore, travolge a sua volte tutto e tutti. La Fretta è nemica della consapevolezza, della cura di sé, del pensiero creativo, di tutto quello che è vita e rispetto.

La Fretta è nemica della condivisione vera, del guardarsi negli occhi e del comprendersi veramente.
La Fretta è nemica del cambiamento, nonostante sia uno, se non il suo primo, obiettivo dichiarato. La Fretta anestetizza chi la prova, lo mantiene su di un altro piano di verità, l’unica verità è la propria e l’unica ragione è la propria. Nel rallentare c’è la presa di coscienza, l’ascolto di sé, dei suggerimenti che ti invia la vita stessa, nell’accelerazione c’è la perdita di sé e del gruppo. La Fretta è la droga con cui siete mantenuti schiavi .

E anche tu devi lavorare sulla Fretta. Ti fa male. Ti impedisce di investire parte del tuo Tempo prezioso per fare silenzio e metterti in ascolto. Inibisce in te la capacità di rilassare il corpo fisico e confrontarti umilmente con ciò che la tua parte più autentica ha da dirti.
Ascoltati. 

0
0
0
s2sdefault

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il nostro sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel nostro sito, l'utente accetta al loro utilizzo.